Non conoscevo i due volumi usciti per Feltrinelli Kids a cura del professore di greco della Statale Giuseppe Zanetto, scoperti grazie alla bella recensione di Agata Diakoviez (apparsa sull’ultimo numero di Liber da poco in libreria) al secondo che ha per tema l’Odissea. Ha ragione Agata, Zanetto conosce bene la materia e la restituisce al lettore mosso dalla passione pedagogica di far capire.
Il primo è un vero diario di viaggio, una guida molto utile a chi intenda avventurarsi per la prima volta nella storia della cultura, della democrazia, dell’arte. Poco lontano da noi, molto lontano nel tempo, gli uomini diedero vita ad una civiltà che ci insegna ancora tante cose. L’autore, giustamente, sottolinea come nell’Ottocento la Grecia fosse terra di saccheggio e ricorda che  parte del frontone del Partenone si trova a Londra. Penso alle piazze di Atene di questi giorni, censurate dai giornali e dalle televisioni d’Europa. Sono piene di popolo che protesta.

Qualche mese fa a casa si discuteva della situazione greca e pensammo che se ogni cittadino europeo avesse versato 10 euro per la Grecia, come riconoscimento ai diritti d’autore per Socrate, Platone, Aristotele, Sofocle, Euripide, Aristofane, sarebbe stato un gesto politico.
Dall’antica polis ci tornerà un po’ di antica umanità?


Grazia Gotti