Un cantiere di stupori e meraviglie

La giornata è grigia. Piove. 
Il cantiere, che da molti mesi accompagna il paesaggio accanto alla nostra libreria, è momentaneamente fermo. Piccole pozze d’acqua disseminate tra le lastre di pietra. 
Un bambino, con un ombrello verde cangiante, obbliga la madre a rimanere accanto accanto alla rete metallica che circoscrive l’area dei lavori, sperando di vedere le macchine al lavoro.
Dichiara una passione per le ruspe, le gru, i martelli pneumatici, per le betoniere. 
E allora, nella giornata d’autunno in cui la meteorologia obbliga i mezzi al silenzio, suggeriamo alcuni titoli da mettere nella biblioteca dei curiosi.
Partiamo da Perché tutto questo traffico?, in catalogo per Babalibri.
Il divertente libro, firmato da Tomoko Ohmura, mette in campo tutto i mezzi di trasporto possibili in una fila che si è creata per un evento straordinario. 

Ritmo, velocità e poi calma, lentezza, attesa e stupore.
Accanto, nella bella collana “Scopri e Gioca”, pubblicata in Italia da Gallucci, il cartonato Le Macchine, un libro che invita ad agire, muovendo bracci meccanici, alzando scale e azionando eliche.

E ancora Nicolò scopre il cantiere, illustrato da Cristian Tudera, per IdeeAli.
Finestrelle da aprire, immagini da spostare, automezzi da osservare, per scoprire i segreti di un cantiere che porterà alla costruzione di una nuova casa.

Silvana Sola