Obiettivo: più felici e più contenti

La quarta di copertina del libro I nuovi casi dell’agente speciale Blondie recita così:
“C’è un agente speciale che veglia sulle vostre città, un’agente speciale con l’apostrofo rosa.
Crede fermamente nella giustizia e nella legalità, non sopporta i bulli, i pedofili, i ladri e gli assassini. Combatte la violenza in ogni sua forma e non tollera ingiustizie e soprusi.”
Il volume, pubblicato per i tipi di Rizzoli, porta la firma di Ornella Della Libera, e racconta di una poliziotta, racconta storie di vita che Ornella conosce bene.
Perché il suo lavoro è quello di ispettore capo della Polizia, a Napoli.
Ogni giorno è sul campo con passione e senso della giustizia ad occuparsi di reati commessi su minori, di violenza sulle donne, di famiglie in cui le relazioni esplodono e di molto altro.
Porta nelle pagine, in modo diretto e coinvolgente, vite difficili e vite interrotte, fughe e miserie, ma anche speranza, offerte di nuove possibilità, e occasioni per tornare a sognare.
Il primo libro dedicato alla figura della poliziotta Blondie, Tredici casi per un agente speciale (sempre nel catalogo Rizzoli), uscito nel 2004, aveva ottenuto il Premio Speciale “Elsa Morante”.
Auguriamo che la nuova avventura di scrittura di Ornella Della Libera, che coniuga cronaca e leggerezza, concretezza e citazioni letterarie, aggiunga onori al suo medagliere.
Noi lo suggeriamo per un inserimento dovuto tra i titoli di Bill, la Biblioteca della Legalità, che dalla Fattoria della Legalità di Isola del Piano si propone come un possibile avamposto del diritto e speciale vedetta letteraria, perché “prevenire è meglio che arrestare”.

Silvana Sola