Albi illustrati

…L’albo illustrato prende vita nella doppia dimensione, quella artigianale e privata dello studio dell’autore-illustratore, e quella aperta dell’officina editoriale e del mercato del libro, dove evolve la sua esistenza di oggetto riproducibile, cioè nelle stamperie, nei magazzini, nelle librerie, nelle biblioteche, dove viaggia prima di incontrare le mani dei lettori, adulti e bambini fin dalla primissima infanzia.
L’albo, come la letteratura per ragazzi tutta, contiene rappresentazioni e metafore d’infanzia, e offre quindi un privilegiato specchio dell’immaginario collettivo; dunque la sua narrazione ha sempre una dimensione anche storica e sociale, legata a tempi e situazioni, mentre configura un osservatorio pedagogico ed esistenziale sulle avventure della crescita e sul cambiamento umano.
Come ogni opera letteraria, l’albo illustrato è anche un’opera aperta…

Giovedì 3 maggio alle ore 17.30

Piazza del Collegio Romano 5, Roma 

nel ciclo di incontri letterari “I Giovedì di Santa Marta” verrà presentato il volume di Marcella Terrusi “Albi illustrati. Leggere, guardare nominare il mondo nei libri per l’infanzia”.
Prefazione di Antonio Faeti. Carocci editore, 2012.
Intervengono Concita De Gregorio, Manuela Trinci e Patrizia Zerbi. Coordina Silvana Sola. Sarà presente l’Autrice.