A proposito di cibo e di intelligenza

Sui giornali nazionali e sul web è stata annunciata la versione kids della famosa Carta di Milano in occasione di Expo. Presentata dal Ministro Martina, è stata redatta dalla Scuola Holden, gode del tratto che ha dato vita a Stilton ed è pubblicata da Feltrinelli. Accipicchia! I bambini a Expo vestono maglietta e cappellino con immagini riprodotte. Sono felici, entusiasti, come si coglie dalla foto che qualcuno ha pensato di twittare. Da settembre la Carta sarà distribuita a tutte le scuole di Milano. Si tratta di un libro suddiviso in tre parti, racconta l’intera pagina di Repubblica. Di libri per ragazzi e di cibo, parla, invece, con competenza Mara Pace nella sua consueta rubrica.
Fra i numerosi titoli che l’editoria mondiale ha dedicato al tema, non per via di Expo, ma per interesse culturale al tema e per volontà di fare buoni libri, Le voler de sandwichs, pubblicato dalla casa editrice canadese La Pastèque, è una gradevolissima sorpresa. Intelligente, ironico, meravigliosamente disegnato e impaginato, racconta cosa e come si mangia a scuola. Il “piccolo” Marin, che odia quelli che lo chiamano “piccolo”, come il direttore della scuola che mangia della orrenda pizza ai peperoni a pausa pranzo, ha genitori amorevoli e amanti del buon cibo. La mamma prepara dei sandwich deliziosi, con tanto di maionese fatta in casa, ricchi e ogni giorno diversi.
La qualità del pane è altresì importante e sottolineata. Ma cominciano a sparire.
Chi sarà il ladro? Vari tentativi per stanarlo vanno in fumo, fino a che la cucina molecolare verrà in aiuto. Geniale! Bella e promettente la storia dell’autore e dell’illustratore.

Grazia Gotti