L’amicizia fra Maria e un topolino è segreta: abitano nella stessa casa ma non possono raccontarla a nessuno. Se i genitori di Maria sapessero che la loro bellissima casa è abitata dai topi prenderebbero subito un gatto, e allora addio ai giochi che Maria e Mouse Mouse fanno insieme. Un giorno, al loro risveglio, i due amici non trovano più le loro mamme. Where’s Mommy? È un albo illustrato dalla grandissima Barbara McClintock, un albo che alla libreria Giannino Stoppani si vende come si vendono quelli italiani, nonostante sia in lingua originale. E una ragione ci sarà. Certo la storia di Beverly Donofrio, autrice più per adulti che per bambini, è divertente, ma credo che sia l’impatto visivo a motivare la scelta. La regia visiva, sin dalla copertina, è straordinaria. Albo illustrato, ma anche fumetto di grande formato, sviluppo orizzontale, impaginato di gran classe, questo libro esalta il lavoro della grande illustratrice. 
Due vite si specchiano nella pagina, quella della bambina e quella del topolino. Arredi, consuetudini, quadri alle pareti, riferimenti culturali, tutto è raccontato dal disegno. A differenza di molta illustrazione contemporanea, poco descrittiva, qui il tasso narrativo  è altissimo. Un gioco estremamente intelligente, divertente, appagante. Un libro che non si consuma in un attimo, ma offre al lettore, adulto o bambino infinite possibilità di rilettura, come i buoni libri. E’ un libro dell’ editore  americano Schwartz & Wade, una imprint indipendente dentro un grande gruppo. Un’avventura editoriale che seguiamo con interesse.
Grazia Gotti