Virtù dei figurinai di oggi

Doctor Pencil e Mister China, Vecchie Finzioni, Nuovi illustratori, mostra alla Galleria d’Arte Moderna di Bologna.
Era il 1985 e Antonio Faeti, nell’introduzione al catalogo, scriveva che “Pedagogisti, educatori, esperti di media, hanno molto esitato prima di inoltrarsi in un territorio nuovo e accidentato, spesso ritenuto pieno di pericoli. E’ presente in molte delle categorie sopracitate la preoccupazione che nasce dal pericolo di un imbarbarimento del visivo delle giovanissime generazioni legato anche all’assenza del consumo di libri e al privilegio di un unico medium, quello televisivo, ai danni di tutti gli altri strumenti di comunicazione…”
Oggi la qualità e quantità della proposta libraria è diversa, la storica Emme che aveva lavorato quasi in solitario per vent’anni (e che proprio in quegli anni avrebbe chiuso la sua attività), è stata un modello e una miniera di titoli e di autori dai quali attingere.
I libri illustrati sono sempre più presenti e la fascia 0/6 ha una notevole importanza nel mercato editoriale per ragazzi (il progetto Nati per Leggere, le librerie e le biblioteche per ragazzi sono stati determinanti per cambiare l’atteggiamento dei genitori nei confronti di un’infanzia “piccola”).
L’educazione al visivo passa attraverso la proposta di libri con figure di qualità. L’illustrazione accompagna anche i classici e i libri per adulti, la graphic novel presenta storie e matite eccellenti.
Sono trascorsi 27 anni dalla mostra che metteva in campo nomi già illustri come Mattotti, Mattioli, Igort, Carpinteri, Giacon, Iori, accanto ai quasi esordienti Giuseppe Palumbo e Francesca Ghermandi.
L’illustrazione è uno spazio nel quale si provano giovani che ambiscono a far diventare la loro ricerca e i loro sforzi, mestiere.
Esistono alcune scuole, alcuni master che aiutano a definire meglio la strada, ad allargare gli orizzonti di competenze e di conoscenze.
Noi invitiamo gli appassionati di matite, di incisione, di digitale a consultare il sito ISIA di Urbino e a guardare con attenzione il nuovo biennio specialistico in Illustrazione.
Le iscrizioni chiudono il 15 settembre. Qui il pieghevole con tutte le informazioni.
” In questo avvento della barbarie più beffarda e disimpegnata, a pagare per tutti sono i bambini. Si trama perché crescano impediti nel gusto, privati dei godimenti visivi, atrofizzati nell’Immaginario.”

Silvana Sola