Verso Nord

Da tempo ammiro il lavoro di Akin Duzakin, illustratore turco-norvegese, classe1961, formatosi alla scuola di design industriale di Ankara e all’Accademia Reale d’Arte di Oslo.
Mi avevano molto impressionato  i suoi primi albi, Tvillingbor nel 1995, seguito da Tvillingsoster nel 1997. La sua arte ha trovato accoglienza presso i piú importanti editori del Nord, da Cappelen a Samlaget, fino alla piccola casa indipendente Magikon.
Duzakin concepisce in solitario i suoi progetti, cosí come lavora in coppia con diversi autori, dal grande Jon Fosse per il libro Kant (opera messa in scena a teatro per i ragazzi), alla recente collaborazione con Jostein Gaarder per l’ultimo libro Det spørs e per la nuova uscita in arrivo a luglio, Fragen Fragen. É stato nominato per la Norvegia al Premio Andersen nel 2002, e per l’Astrid Memorial Award nel 2008. Mi piacciono molto anche le storie, come ad esempio Ikke helt alene, che suppongo significhi Io vado da solo, storia di un attraversamento del bosco ricco di incontri fantastici, in un’atmosfera incantata, sospesa, dove si percepiscono sia la paura che il suo superamento.
All’uscita del bosco c’é la presenza rassicurante della mor (mamma), e, in lontananza le case del paese. Mi piacerebbe trascorrere un po’ di tempo al Nord e leggere le loro lingue.
La pensione é prossima e quindi posso cominciare a fare progetti.
Grazia Gotti