“Versi leggeri come uccelli”

Si è chiusa da pochi giorni la mostra dedicata al lavoro di Simone Massi, allestita presso la Biblioteca Arturo Loria di Carpi.
Oltre duecento disegni delle migliaia che l’artista marchigiano realizza per le sue opere.
E’ da pochi giorni sugli scaffali il libro La casa sull’altura, pubblicato da Orecchio Acerbo.
Due occasioni che mi hanno permesso di incontrare il lavoro di Simone Massi. Un incontro forte, emozionante, a volte dolente, profondo.
Il libro mette in pagina le solitudini, gli incontri, le assenze raccontate dalla lingua, potente come un grido, del poeta siciliano Nino De Vita.
Simone Massi le accompagna con il suo segno inciso, con un magistrale bianco e nero, struggente, evocativo, che aggiunge poesia alla poesia.
La storia ci racconta di un ragazzino scuro, silenzioso, che divide con gli animali la sua vita, e poi sparisce, come la casa in balia dei tarli che ne fanno polvere.
Ho cercato notizie su Simone Massi e vi invito a leggere un brano dall’intervista di Dario Zonta, apparsa su “Lo Straniero”, nel luglio scorso. Alla domanda: Mi ha colpito la sostanziale indifferenza, se mi passi il termine, tra il bianco e nero e il colore. Sembra che tratti il colore come fosse bianco e nero. È una suggestione corretta? E se sì, perché?

Simone risponde: “In quindici anni sei la prima persona che se ne accorge! Sì, il mio è un falso colore. Penso, sogno e ricordo in bianco e nero. Non ho memoria del colore. Il colore mi piace guardarlo nelle opere di chi lo sa stendere: Madre Natura, alcuni pittori. Ma non sono tanti e non è così semplice. Lavoro nella maniera che sento più naturale, in bianco e nero. Le macchie di colore le metto per tirar fuori una scena, o sottolineare uno stato d’animo, ma devono sempre avere un equilibrio, entrare nei miei grigi senza forzature. I colori devono sapersi mischiare e perdere, nelle intenzioni non si dovrebbero nemmeno ricordare, come un sussurro, una voce lontana, un piccolo turbamento.”Il libro è pubblicato anche in lingua russa. Nell’ottobre prossimo, Simone Massi e Nino De Vita, saranno presenti al festival d’animazione Mullfest di Mosca.
Silvana Sola