Ecco un bellissimo racconto su due sorelle molto famose, Vanessa Bell e Virginia Woolf.
Il piccolo lettore può ignorare tutto ciò che la cultura degli adulti sembra tenere in così gran conto, la pittura e la letteratura, perchè lui ascolta una storia e guarda le figure.
La storia è opera di Kyo MacLear e dà la voce a Vanessa per raccontare che un giorno sua sorella si è svegliata male, “wolfish”, faceva strani suoni e urlava no! E strillava non fare questo, non fare quello. Voleva essere lasciata in pace, non c’era per nessuno, insomma era davvero dispari. Vanessa prende i sui pennelli e dipinge una parete di fiori. I diversi colori caratteriali delle sorelle sono accennati con garbo e ironia, la storia è risolta con leggerezza e pacatezza. Nei panni di Vanessa pittrice è facile vedere Isabelle Arsenault, fra le più brave illustratrici canadesi. Il libro, pubblicato da Kids can Press, ha vinto il premio ministeriale per le arti. Anche noi amiamo molto il lavoro di Isabelle, a partire dal suo libro sui migranti che abbiamo selezionato per il progetto “Nei libri il mondo”.
Grazia Gotti