Abbiamo discusso di tante cose domenica scorsa; la nostra presidente Teresa Porcella aveva tante cose da comunicare, cose da fare, progetti da varare, da far camminare. Ero molto contenta perché una cosa che avevo contribuito a creare era lì sotto i miei occhi, un’associazione di librerie, diverse fra loro ma pronte a collaborare insieme. Non sono percorsi facili e talvolta sembrano solo pieni di ostacoli. Sono percorsi che possono partire in quarta e subire poi delle battute di arresto.
Abbiamo votato i nostri libri preferiti (a prestissimo i vincitori del premio Orbil), programmato un bellissimo 8 marzo di cui daremo comunicazione nei prossimi giorni.
Abbiamo accennato ai conti, siamo esercizi commerciali. Ma siamo anche tanto di più. Ci spingiamo in avanti, oltre noi stesse, oltre l’interesse solo privato, per costruire qualcosa che non c’è. Una società nella quale si possa praticare il confronto, lo scambio, lo spirito solidale.

Grazia  Gotti