Un libro all’indice

Ho ritrovato in archivio questa sequenza che risale al 2013, anno di apertura del Nido Mast, una delle esperienze più innovative a cui la Cooperativa Culturale Giannino Stoppani ha l’onere e l’onore di partecipare. Fra i tanti libri che hanno trovato casa nella biblioteca sulla grande piazza della scuola, Piccolo blu e piccolo giallo è fra quelli più letti dai bambini. Come la sequenza dimostra i bambini leggono e rileggono da soli e scelgono libri che per qualche adulto non dovrebbero far parte del bene comune, chiamando in causa la famiglia, sola dispensatrice di conoscenza, esperienza e valori. La proposta ha suscitato sdegno, interventi da più parti e, soprattutto, una decisa e convinta reazione da parte dei Librai.
In molte librerie, sia indipendenti che di catena, i libri all’indice nella Repubblica veneziana sono esposti con l’invito a leggerli e a diffonderli. Abbiamo sempre avuto a cuore questo libro, proponendolo in altre lingue nel periodo (davvero lungo) nel quale non compariva nei cataloghi di editori italiani, e mai avremmo immaginato che qualcuno avesse pensato di metterlo all’indice.
Cosa è successo nella nostra società? La domanda richiede un po’ di attenzione, ma il caldo e la stanchezza  la vincono; ci ripensiamo dopo le vacanze, buon riposo a tutti.

Grazia Gotti