Questo avrebbe dovuto essere un post sui diversi modi di raccontare la Resistenza, sul segno dei tanti illustratori in mostra, su un vernissage allegro e pieno di amici.
Avevamo iniziato a lavorare per portare questa mostra a Parigi parecchi mesi fa, con l’aiuto dell’ANPI Francia, l’ospitalità della Maison de l’Italie ed il sostegno della Regione Emilia-Romagna.
Poi c’è stato quel venerdì sera, con la sua furia cieca e la scia di terrore che si è lasciato dietro.
E allora credo abbia più senso parlare di come annullare il tutto sarebbe stata un’altra vittoria del terrorismo, parlare dell’unanimità con cui abbiamo deciso di allestire comunque la mostra, del lavoro fatto con determinazione assoluta nonostante la precarietà d’informazioni.
La conferma dell’esposizione Nome di battaglia: Provvisorio. Narrare la Resistenza ai ragazzi, a cura della Cooperativa Culturale Giannino Stoppani e visitabile fino al 24 Novembre, è stato il nostro gesto resistente contro ogni violazione della libertà.



Andrea Vendetti


La mostra, dopo Parigi, sarà esposta nella Petite Bibliothèque Ronde di Clamart dal 5 dicembre al 3 gennaio 2015.