Se l’umorismo sale sui tetti

Sul sito di Orecchio Acerbo potete leggere, dal racconto dello scrittore/illustratore, com’è nato Piccione Gedeone, il libro appena pubblicato dalla casa editrice romana.
Un albo illustrato, più precisamente un albo illustrato a fumetti, che porta la firma di Alberto Graziani e mette in pagina segno e parole dell’autore vicentino.
Umorismo raffinato, ironia sottile accompagnano microstorie che vedono protagonista un piccione che tende a guardare il mondo dall’alto.
Posizionato sul suo comignolo Gedeone entra in relazione con un mondo in cui l’ordinario gioca con la straordinarietà, e l’ovvio diventa immediatamente incongruo o stuporoso.
Gatti vegani che catturano i topi solo per vedere l’effetto che fa accanto a topi spirito guida-turistica, incombenti aironi usurpatori, merli “meravigliosamente” normali, ma con particolari gusti alimentari.
E poi passeri, canarini che non vogliono lasciare la gabbia.
Accanto agli animali che popolano l’universo di Gedeone il piccione appaiono, imprevisti, Rudoph Meissner pronto a portare la chiocciola Rita sull’Everest, un Batman fuori allenamento, il panettiere Ugo e…
Testi veloci, segno accurato, pensiero pungente, ma non caustico: un’operazione editoriale che invita i lettori al riso, stimolati dall’ “intervento di un’intelligenza arguta e pensosa”, in perfetta sintonia con il significato di umorismo descritto dal dizionario.

Silvana Sola