Mi piacerebbe che un giorno, non troppo lontano, si potesse fare una tavola rotonda, ma anche quadrata va bene, sulla scrittura per ragazzi. Non sulla letteratura, ma sulla scrittura di non fiction, e sui libri di documentazione. Molti autori sono giornalisti indipendenti, e fra questi oggi vi presento Sophie Lamoureux, autrice del bellissimo Sur la piste du soldat inconnu, pubblicato da Actes Sud Junior. Per questo volume sulla Prima Guerra Mondiale, Sophie ha fatto un bellissimo percorso di ricerca d’archivio, ha lavorato su fonti grafiche e iconografiche e ha costruito un racconto comprensibile, ma non piatto o didascalico. Nei migliori autori di divulgazione si coglie una appassionata volontà di informare, di raccontare, di mettersi in stretta relazione con il lettore.
Il libro è molto ben curato, nella costruzione, nell’impaginato, nella grafica. L’apparato iconografico presenta foto, cartellonistica, cartoline, pagine di diari. Illustrazione e arte.
Alle parole della narratrice Sophie, si aggiungono i versi di Apollinaire. “Sulla pista del Milite Ignoto” è un libro magnifico, ricco di numeri, di figure, dall’andamento rapido, che consente al giovane lettore di muoversi all’interno di coordinate di una mappa concettuale di grande chiarezza.
Se avessimo libri come questo e se i nostri insegnanti potessero preparare lezioni con questo materiale, l’ora di storia sarebbe di sicuro gradimento per gli studenti.
Grazia Gotti