Rosso, blu e nero

Mi sono molto divertita! Che fine intelligenza, quanta freschezza e consapevolezza!
Per apprezzare questa graphic novel per ragazzi occorre conoscere un po’ la storia americana  e la cultura messicana. Di questo intreccio ci parla Lowriders in Space, pubblicato dalla casa editrice californiana Chronicle.
La storia è semplice: siamo in un garage di una città di confine come EL Paso e si lavora tutto il giorno alla rimessa in moto di vecchie auto riusando pezzi, modificando, riciclando anche pezzi di aerei militari. I messicani-americani poveri e creativi si preparano così le loro auto e le decorano per renderle più belle.
I protagonisti, una lupetto maga della meccanica, un octopus tuttofare ( ha otto braccia) e una zanzara artista sognano di mettere su un loro proprio garage.
Dove troveranno i dollari?  Leggere per scoprirlo!
La storia è di Cathy Camper, scrittrice, anarchica (!) ė seed artist ( fa quadri con i semi, ritratti di persone per lei importanti come Malcom X, Bob Marley, Frida Kahlo).
Il disegnatore è Raúl The Third che ha scelto di utilizzare le biro ( rossa blu e nera )
con le quali ha cominciato a disegnare da bambino, non avendo i mezzi per comprarsi i materiali da disegno. “Le biro si trovavano dappertutto, nei piccoli negozi quelle con il nome stampato. Volevo rivisitare la gioia provata da piccolo quando disegnavo sulla carta da pacchi o sui giornali”.
Una storia muj buena!

Grazia Gotti