Ridere di cose serie

Mi sono divertita con i romanzi di David Walliams, attore e autore della serie televisiva Little Britain. Leggeri ma non banali, questi romanzi sono versioni light delle commedie del cinema britannico che abbiamo visto in questi decenni. Il primo, di sapore agro dolce, prendeva di mira la politica, in modo particolare le mamme in politica, quando sono finte come parecchi personaggi della scena inglese del passato recente. Chi ricorda più la moglie del premier definito il “più intelligente” in Europa, amico di merende marine del nostro attuale capo del governo? La figlia di una mamma fintamente impegnata in politica porta a casa un barbone, un signore che puzza…

In questo secondo romanzo (in realtà il primo uscito in Inghilterra) seguiamo le imprese di un ragazzino della working class, padre camionista, mamma che ha abbandonato la famiglia, che si appassiona alla moda. Acquista di nascosto Vogue, come l’insegnante di teatro, con sgomento del padre e del fratello. Le illustrazioni di Quentin Blake li fanno assomigliare nell’involucro ai libri dei migliori autori inglesi di humor e di black humor, come Dahl e Saki. Walliams è più leggero, ma molto più “edificante” di tanti romanzi contemporanei.
Edificante significa che dà il buon esempio, che induce al bene. Ce ne fossero di romanzi comici-edificanti, che con tocco lieve smascherano gli ipocriti e i bugiardi!
Grazia Gotti