Ricordiamo Nelson Mandela

Nelson Mandela, Premio Nobel per la pace nel 1993, è di fatto considerato un eroe. Le sue gesta risuonano nei libri di storia e a scuola i ragazzi ne studiano la vita e le lotte.
Gli Specials e i Simple Minds gli hanno dedicato delle canzoni. Il regista Billie August ha portato sul grande schermo una pellicola, Goodbye Bafana, dove si racconta il rapporto tra il futuro presidente sudafricano, allora in carcere, e il suo secondino, mentre Morgan Freeman, diretto da Clint Eastwood, in Invictus ha commosso milioni di persone interpretando il neo presidente alle prese con la Coppa del Mondo di rugby del 1995. La capitale giamaicana Kingston ha costruito in suo onore un parco, la città di Firenze gli ha conferito la cittadinanza onoraria, l’ex calciatore milanista Ruud Gullit, olandese, gli ha dedicato il Pallone d’oro conquistato nel 1987; la lista di premi e onorificenze potrebbe continuare per svariati paragrafi. A differenza di altri, che, come lui, hanno scritto la Storia, Nelson Mandela lascerà però un segno anche nell’editoria per l’infanzia.

Nel 2001 la casa editrice francese Mango Jeunesse pubblica Mandela, L’oeil et le mot, illustrato da quello stesso William Wilson che durante l’edizione 2010 di Fieri di leggere ha invaso il Museo Civico Medievale di Bologna con i suoi straordinari arazzi realizzati mediante una singolare tecnica africana.

Un anno dopo, nel 2002, per i tipi della sudafricana Tafelberg vede la luce Madiba Magic. Nelson Mandela’s Favourite Stories for Children, pubblicato in Italia nel 2004 da Donzelli con il titolo Le mie fiabe africane, una eterogenea raccolta di trenta Fairy Tales precedute da una premessa in cui l’ex presidente dichiara il suo desiderio, ossia che “in Africa la voce del cantastorie possa non morire mai, e che tutti i bambini africani abbiano la possibilità di sperimentare la magia dei libri senza smarrire mai la capacità di arricchire la loro dimora terrrena con la magia delle storie”.

Mandela l’Africain multicolore, scritto da Alain Serres e illustrato da Zau, è un magnifico albo della Rue du Monde, attraverso il quale il giovane lettore tremerà di fronte alla brutalità dell’apartheid, si commuoverà per i sacrifici e le lotte del popolo africano e, infine, si emozionerà al cospetto della straordinaria vita di uno dei più grandi combattenti per la libertà che il mondo abbia mai conosciuto.
Antonio Gotti
da ABC Africa Books Children, Giannino Stoppani Edizioni, 2011