Psicodelia militante

Le immagini sono tratte da Un grito en la pared. Psicodelia, compromiso politico y exilio en el cartel chileno, un voluminoso studio a cura di Mauricio Vico e Mario Osses.
Quarant’anni sono trascorsi ma ricordo vividamente lo stato d’animo che mi provocò la notizia del golpe cileno. È uno stato d’animo che non mi ha più abbandonato e che mi fa mantenere viva la consapevolezza che i cambiamenti fanno timore ai più, mentre il coraggio alberga nell’animo di pochi e questi, spesso, la pagano cara. Io non avrei mai pensato possibile che si potesse bombardare la casa di un Presidente eletto. Ma qui c’era da fare il compromesso storico e la sinistra italiana chiese cautela, silenzio. Ora ci sono le larghe intense e ci chiedono di pazientare e rimandano, rimandano, in un estenuante processo di azzeramento della democrazia.
Ma torniamo ai libri, che sono la nostra materia. Per conoscere e far conoscere ai ragazzi la vicenda cilena ne consigliamo tre. Tema in classe di Antonio Skarmeta, disponibile a scaffale per Mondadori e indicato per ragazzi a partire dai nove anni (meglio la prima edizione con illustrazioni di Alfonso Ruano, che si può trovare in biblioteca). Per i più grandi Paola ZannonerIl vento di Santiago, Mondadori e il più recente La lunga notte di Sofia Gallo, pubblicato da Lapis.
Buona lettura!
Grazia Gotti