Premio Pippi: la giuria legge, si confonta, sceglie

Si è chiuso l’8 gennaio scorso il bando per partecipare alla nona edizione del Premio Pippi, concorso letterario nazionale biennale di narrativa per ragazzi riservato alle scrittrici italiane e straniere residenti in Italia, promosso dall’Assessorato alle Politiche Educative e Pari Opportunità del Comune di Casalecchio di Reno.
È stata nominata ieri la commissione giudicatrice che esaminerà i romanzi, commissione che, come da “tradizione”, è tutta al femminile e comprende figure professionali che si occupano, a vario titolo, di letteratura per ragazzi e cultura dell’infanzia e dell’adolescenza. Quest’anno a leggere, esaminare, confrontarsi, scegliere, saranno Nicoletta Bacco, bibliotecaria alla Biblioteca Classense di Ravenna, Maria Serena Melillo, libraia alla libreria per ragazzi “Le storie Nuove” di Conversano, Francesca Romano Grasso, pedagogista e studiosa di letteratura per l’infanzia, di Milano. 
La premiazione delle vincitrici avverrà a marzo, nei giorni della Bologna Children’s Book Fair 2014. 
In quell’occasione verrà anche presentata la pubblicazione che l’Amministrazione Comunale sta realizzando, in collaborazione con la Cooperativa Culturale Giannino Stoppani, sulla storia del Premio, sulle tante iniziative che dal Premio si sono irradiate, sulle scrittrici che nel corso delle varie edizioni sono risultate vincitrici o hanno ottenuto una speciale menzione.
Il Premio Pippi nasce nel 1998 in seno all’Assessorato Scuola e Pari Opportunità del Comune di Casalecchio di Reno, con l’obiettivo, nel nome di Astrid Lindgren e del suo dirompente personaggio Pippi Calzelunghe, di indagare il mondo della narrazione per l’infanzia femminile. 
Pippi Calzelunghe è portatrice di un immaginario che esalta valori come l’ autonomia e la libertà, 
è immagine di un’infanzia che dichiara il diritto di esserci, di essere ascoltata.
Anche Pippi Calzelunghe fu pubblicata grazie ad un premio letterario: nel 1945 fu un concorso a decretare vincitrice la storia che avrebbe poi reso celebre nel mondo la sua autrice e il personaggio da lei ideato, storia ritenuta invece impubblicabile da un noto editore svedese.
Silvana Sola

Immagini: Fronte e retro del volume Romanzi, Racconti, Storie, Poesie, Filastrocche… Voci contemporanee femminili per ragazzi. Pubblicato in occasione del Premio Pippi, Comune di Casalecchio di Reno, Giannino Stoppani Edizioni, 1998