Bologna, sabato 18 luglio: alle 8,30 del mattino, davanti alla stazione il termometro dichiara 29 gradi. Sul Frecciarossa la temperatura scende pericolosamente obbligando ad avvolgersi in tutti gli indumenti a disposizione. A Torino di nuovo l’asta sale.

La mia destinazione finale è Prali. Ritorno, dopo alcuni anni, in Val Germanasca per la manifestazione Pralibro invitata da Rocco Pinto, pensiero, anima, cuore e azione dell’ importante (e unica nel suo genere) occasione letteraria.
E’ la giornata inaugurale della rassegna. Il Tempio è gremito di gente, tanta davvero.
Persone diverse al tavolo: il Moderatore della Tavola Valdese, un sindaco che arriva dalla Val Susa, una giovane libraia appassionata, il Pastore, un editore, Giuseppe Laterza, amico e sostenitore di questa speciale esperienza con i libri, io che porto la voce di chi si occupa di libri per ragazzi.
Chiude l’incontro, che richiede un aggettivo superlativo per esssere meglio definito, lo scrittore Giuseppe Culicchia, capace di trovare le giuste parole che aggiungono ironia e garbato umorismo ad un’occasione che ha regalato molte emozioni.
Emozioni mosse dal ricordo di Luca Rastello, scomparso prematuramente il 6 luglio scorso, un ricordo affettuoso nelle parole di Rocco Pinto, nelle pagine forti e dolorose tratte dal suo primo libro, edito da Einaudi nel 1992, La guerra in casa, lette meravigliosamente da Margherita Laterza, nella voce commossa della moglie.
La memoria di Luca Rastello, giornalista, testimone attento del nostro tempo, presente in prima persona nel cercare di dare risposte agli effetti di eventi devastanti, è stato il filo rosso che ha tenuto insieme due ore di un tempo in cui i libri, altre storie, l’impegno, la passione, la comunità, si sono intrecciate in un perfetto lavoro di trama e ordito.

Accanto alla sala che ospitava l’incontro, una bella e grande libreria, dentro al Tempio. Frutto del lavoro condiviso della libreria Il ponte sulla Dora e della Libreria Claudiana, una libreria che offre un’ attenta selezione di libri per grandi e per bambini, una libreria che rimarrà aperta fino alla fine della manifestazione.
La manifestazione è una storia di intelligenza, perseveranza, resistenza.
E in omaggio alla Resistenza, alla guerra di Liberazione, un libro da leggere, nato per adulti, ma perfetto per adolescenti grandi. Di Marco Rovelli, Eravamo come voi, storie di ragazzi che scelsero di resistere, pubblicato a luglio 2015 dall’editore Laterza. Bella la copertina illustrata da Matteo Berton.
Silvana Sola