Polonia

Di anno in anno i libri che arrivano dalla Polonia aumentano di numero e di qualità. Da anni, seguendo la segreteria del BolognaRagazzi Award, osservo, registro, scopro cose nuove. 
La prima volta a farsi largo fu il libro di poesia che poi pubblicò Orecchio Acerbo. Da allora la produzione dei polacchi è in costante crescita. Non conosco niente del paese, non ci sono mai stata, e non posso leggere la lingua. Me ne dispiaccio molto perché mi piacerebbe capire cosa succede a un piccolo scheletro perplesso. Mentre di fronte alla bellissima edizione di La Fontaine non posso che rallegrarmi per la scelta, classica e necessaria. 
Vorrei chiudere gli occhi e riaprirli in una libreria in Polonia!

Grazia Gotti