PER TACERE DI OLIVIA

SPECIALE ACCADEMIA DROSSELMEIER
Credo di aver già detto in più di un’occasione che il termine che personalmente abbino più di ogni
altro all’Accademia Drosselmeier, e alle realtà che gli gravitano attorno, la libreria Giannino Stoppani e l’omonima Cooperativa Culturale (che dopo l’esperienza di studio, hanno fatto entrambe parte della mia vita professionale), sia la curiosità: elemento che credo importante in ogni ambito della vita, essenziale in quello professionale.
Era il 2004, avevo previsto un anno di pausa nella mia esperienza francese per studiare di più e
meglio la letteratura per ragazzi, già incontrata nel corso dei mie studi accademici, quando ho
varcato le porte di via Nazario Sauro, 21.
Ho seguito le lezioni di Antonio Faeti, di Grazia Gotti e Silvana Sola, con assoluto interesse. Sono
rimasto affascinato dagli interventi di personalità quali Chiara Carrer, Angela Nanetti, Teresa Buongiorno, o Giovanna Zoboli, per citarne solo alcune. Ho un ricordo speciale per le visite in loco
alle edizioni Corraini e ad un Orecchio Acerbo ancora agli esordi. 
Nell’anno della mia formazione presso la Drosselmeier, la mostra più importante curata dalle
Giannine era dedicata alla favolosa Emme edizioni di Rosellina Archinto. E successivamente, nel
corso della mia collaborazione, si sono succedute esposizioni che mi hanno fatto scoprire ambiti
poco esplorati come la poesia, la letteratura Scandinava, la fotografia, e autori inediti, come
William Wilson o Claire Dé. Personalmente poi mi sono occupato, sempre tra le fila della cooperativa Stoppani, di Infanzia e Danza (2014) o prima ancora dei Libri Cartonati (2010), quando
ancora questo scaffale della libreria era poco “considerato”.

Oggi, quando ormai da più di sei anni dirigo assieme ai miei due soci la libreria Pel di Carota,
continuo a ritenere la Giannino Stoppani / Accademia Drosselmeir, un punto di riferimento per la
sua inesauribile voglia di curiosare, di scoprire, di far conoscere cose nuove a bambini e adulti
appassionati di quella cultura dell’infanzia che necessita “di risorse umane appassionate, preparate e creative” come viene ricordato nella presentazione dello stesso Centro Studi.
Per finire, vi chiederete le ragioni del titolo di questo piccolo intervento.
Giannino Stoppani da cui tutto ha avuto inizio nel 1983, ha poi fondato una piccola casa editrice
che nel 2001 ha portato in Italia, uno dei più bei character dell’albo illustrato, una maialina della
quale, come lettore e libraio, ho sempre apprezzato la spavalderia e la curiosità.

David Tolin




ACCADEMIA DROSSELMEIER OPEN DAY 2017


Vi ricordiamo che il 13 giugno alle 18, l’Accademia Drosselmeier apre le porte della nuova sede di Via Nosadella 51/a per la presentazione dei nuovi corsi 2017/2018.
Vi aspettiamo!


* è gradita conferma di partecipazione



www.accademiadrosselmeier.com
accademiadrosselmeier@gmail.com