Piccoli James Bond crescono

Ho passato il fine settimana leggendo uno degli ultimi Salani, uscito nella collana Romanzi che annovera alcuni tra i più rinomati autori per ragazzi di tutto il mondo, da Saki a Pullman, da Celia Rees a Jacqueline Wilson, dalla tedesca Richter all’inglese Ridley.
Sergio Ferrero, con il suo inedito Operazione canarino, segue autori italiani quali la Gandolfi o la Pitzorno, per citarne solo alcuni, presenti nel catalogo della storica casa editrice fiorentina. L’autore torinese, scomparso solo due anni fa, sconosciuto nello scaffale per ragazzi, ci regala con questo inedito un tenero ritratto di due ragazzini milanesi, Renato e Luisa, che si dedicano allo spionaggio internazionale.
I pomeriggi dei due amici sono tutti dedicati a controllare il restauratore Giorgio, nuovo arrivato nel quartiere, che tra i vicini è l’unico che potrebbe nascondere alcuni segreti… corrisponde addirittura con persone che vivono nell’altro emisfero del pianeta.
La loro curiosità e la loro simpatia li avvicinerà al restauratore e ad una anziana signora conosciuta grazie al l’uccellino del titolo: inizia così tra i quattro una forte amicizia.
Un libro d’altri tempi, per soggetto e stile letterario, un romanzo un po’ buonista ma da scoprire per leggere di una Milano anni ’70, di numerose storie di immigrati, delle avventure di due bambini più appassionati di libri che di televisione, più amanti di Giuseppe Maggiolini che di James Bond.
David Tolin