Nata due volte, tre, quattro, cinque…

La prima volta che sono nata esce in Francia, nel 2006, ad opera dell’editore Gallimard. Oggi è presente nell’edizione italiana per merito della casa editrice romana Sinnos, nella collana “I tradotti”. 
Raccontano il viaggio della Vita le parole di Vincent Cuvellier, raccontano una storia di nascita che è gioia, emozione, scoperta. Un libro tenero e prezioso che fa incontrare le parole giuste con illustrazioni che descrivono momenti di una vita in crescita, una vita che offre meravigliose sorprese, straordinarie opportunità. Charles Dutertre, illustratore francese capace di un segno chiaro e deciso, netto, ironico e poetico al tempo stesso, riempie le pagine di un album che dalla nascita, attraverso immagini di momenti unici e speciali, riporta alla nascita.
Le illustrazioni dell’inizio e della fine si specchiano, con piccole importanti varianti, e testimoniano una storia che continua, una storia nella quale è insita la speranza del mondo.
“La prima volta che ho aperto gli occhi, li ho subito richiusi. Ho pianto…
La prima volta che sei nata tu, io sono nata per la seconda volta…”

Silvana Sola