A mezzo millimetro dal sogno

Salutiamo la nuova collaboratrice di Zazie, Valentina Allodi, esperta di letteratura spagnola e ispanoamericana. Valentina è nata nel 1983 e si è laureata a Genova, Facoltà di Lingue e letterature Straniere, laurea Specialistica in Traduzione Letteraria, con il massimo dei voti, cum laude e dignità di stampa.
La redazione di Zazie
Edito da Mediavaca e accompagnato dalle stupefacenti illustrazioni di Manuel Flores, El paseo de Buster Keaton è un ” dialogo tenerissimo”, come lo definisce l’autore stesso, l’illustre poeta spagnolo Federico García Lorca, purtroppo non ancora disponibile in traduzione sullo scaffale per ragazzi del nostro paese. Divertente omaggio al famoso attore del cinema muto, strutturato come un’operetta teatrale di un atto unico, si svolge in sella a una bicicletta per le strade di Filadelfia, dove il protagonista si imbatte rispettivamente in un gallo, un nero, un pappagallo, un gufo e un’americana, fino all’incontro finale con la giovane Eleonora.

Questa breve (e impossibile) storia d’amore diventa per il lettore emozione pura; l’immagine predomina a tal punto sulle parole da trasformare il libro in cortometraggio, i cui dialoghi sembrano ricordare i sottotitoli dei film muti e le didascalie non servono soltanto a precisare i movimenti sulla scena, ma hanno un loro tono lirico e poetico, che insieme alle illustrazioni danno vita a un vero e proprio testo animato. La storia sbalordisce per la sua mancanza di fili logici, per la rottura delle leggi fisiche del mondo e lo sconfinamento nell’onirico. I personaggi e le loro azioni risultano potenziati dall’impronta del surrealismo, come la bicicletta di Buster Keaton che possiede proprietà straordinarie: “ha una sola dimensione. Può entrare nei libri e stendersi nel forno del pane”.
La lettura si fa quindi un avvincente gioco alla scoperta di associazioni inconsuete (“l’autunno ha invaso il giardino, come l’acqua la geometrica zolletta di zucchero”), ma allo stesso tempo si colma di tenerezza, che passa attraverso gli occhi del personaggio “infiniti come quelli di una bestia neonata, sognano iris, angeli e cinture di seta”, e il suo prezioso cuore “che si commuove con il valzer, la luna e le canoe”. Ecco, forse, perché la sua bicicletta “è come tutte le altre, ma l’unica imbevuta
di innocenza”.

Un elogio dell’amore e dell’idealismo, scritto con un linguaggio d’altri tempi: un libro per i grandi e per i piccoli, che non lascia indifferenti.
Valentina Allodi