L’ora di lezione

Ieri è iniziato  il primo modulo del master dell’Accademia Drosselmeier e sono stati presentati i testi di studio obbligatori. Oggi si comincia con il canto di due città: Firenze per Collodi, Bemporad, Il giornalino della Domenica, Il giornalino di Gianburrasca, Laura Orvieto, Verona per la Lampada. Poi si attraverserà il Secolo breve (perché breve?) e per spezzare l’andamento diacronico, incursioni sincroniche in testi obbligatori per la condivisione. Ieri La grammatica della fantasia di Gianni Rodari, oggi La Prateria degli asfodeli di Antonio Faeti.
Il classico Paul Hazard si può leggere alla fine del percorso.

La redazione