Lo zio è uno spacciatore?

I bambini non vanno da soli in giro per la città, non dormono nel parco all’aperto e non frequentano tipi loschi. Ma se si tratta di due bambini in fuga può succedere tutto questo e altro ancora. Con ironia e tenerezza Gregory Hughes racconta, nel romanzo Sganciando la luna dal cielo, le avventure dei piccoli DeBillier in fuga dal Canada alla volta di New York, una fuga avventurosa che mette i brividi. New York è forse la città con le notti più illuminate con le sue strade sempre piene di vita ma è anche la città in cui ogni anfratto può nascondere un pericolo che i simpatici DeBillier sapranno affrontare con coraggio (e paura insieme).

Avevamo già attraversato New York in sella alla bici di Heller, il protagonista del bellissimo romanzo Città in fiamme (Fabbri), scoprendo l’umanità che popola questo pezzetto di mondo; lì avevamo incontrato la comunità turca e le struggenti poesie di Hikmet.
Qui il cerchio si allarga, scivoleremo con Bob e la sua sorellina verso la fine del romanzo, dopo aver incontrato bella gente e “bip” pedofili, in una città che integra e disintegra, in una vita che può lasciare senza parole. Bella la traduzione di Michele Foschini, è riuscito a rendere perfettamente il suono di tutte le mirabili interpretazioni del piccolo Ratto.
Ancora una volta le scelte editoriali della collana Feltrinelli Kids rivelano un lavoro ben fatto.
Agata Diakoviez