La seconda guerra mondiale, il singhiozzo e la fine del mondo

Leggendo libri per bambini e per ragazzi abbiamo molte volte riflettuto sul fatto che spesso manca la leggerezza, l’invito al riso, la gioia del divertimento nella lettura.
Divertono, invece, le storie di Jo NesbØ.
Apparentemente strampalate, lievemente folli,  sono capaci di coinvolgere il lettore con un ritmo travolgente.
Gioia, riso, attesa, stupore si alternano in una prosa meravigliosamente costruita, costruita così bene che, come ci suggerisce Francesca Lazzarato, sul Manifesto “quasi non ci si accorge di quanto l’autore sia stato bravo a tenere insieme tante sottostorie e tanti personaggi.”
Paragonato a Roald Dahl con cui condivide i natali nordici,  Jo NesbØ è uno dei più importanti scrittori della scena norvegese.
Acclamato autore di gialli per adulti, i suoi libri hanno fatto il giro del mondo, scalato le classiche dei libri più letti e venduti e sono stati tradotti in decine di lingue.
Per ragazzi ha ideato le storie del Dottor Prottor, oggi alla sua terza avventura. Il dottor Prottor e la distruzione del mondo. Forse, in catalogo per Salani, è l’ultimo della serie.
Il libro rimette in campo il famoso dottore, autore della superpolvere per petonauti, che assieme a Bulle e Tina dovrà fronteggiare un’invasione aliena, strani errori ortografici, palle di neve ghiacciate cerebrorisucchi e evitare la fine del mondo.
Jo NesbØ, figlio di una bibliotecaria e di un padre narratore di storie, un passato di giornalista free lance e di agente di cambio, oggi si divide tra la scrittura e la musica.
“Jo NesbØ scrive con un ritmo allegro, una spumeggiante esuberanza narrativa e un’anima gioiosa. E tra i dialoghi dall’intonazione perfetta e gli eventi che si susseguono incessanti si intravedono sprazzi di serietà e tocchi di vera poesia” da Politiken (Danimarca)
Silvana Sola