La mucca volante

Sapevo da tempo che sarebbe uscito un nuovo libro di Paolo Di Paolo, l’autore di diversi libri, diversi nel senso di aggettivo indefinito (abbastanza, comunque, per la sua età) e qualificativo insieme, diversi per genere. E dico subito che qui, nella confraternita dei libri per ragazzi, temiamo quelli che vengono dalla Letteratura Alta, dalla Critica, dalla Repubblica delle Lettere. 
Nella zona franca, bassa, popolare delle pagine per ragazzi c’è di tutto: robetta, robaccia, capolavoro. A volte ci mettiamo molto a riconoscerlo, prendete Pinocchio che dalle pagine di un giornalino arriva fino a Giorgio Manganelli.
Ora qui abbiamo un bambino, Leonardo, uno scrittore, Paolo, una storia per un lettore che va dai sei ai 100 anni. L’autore dice 99, ma io allungo perché in Emilia Romagna sono 103 ad aver compiuto 100 anni nel 2013, e poiché tutto cambia, anche la durata della vita, meglio aggiornarci. 
Gli affezionati lettori di Zazie sanno che io non racconto le “trame” delle storie, e dico per rispetto del lettore, ma in realtà è perché non ne sono capace, perdo il filo, non so stare sul rettilineo. Sprofondo, mi commuovo, poi risalgo, ragiono, mi abbandono di nuovo alle emozioni. Per me la lettura funziona così. E mentre leggevo il libro di Paolo mi immaginavo in classe, in una scuola elementare, a leggerlo ad alta voce, nel silenzio, per accogliere la voce di Leonardo, una voce autentica, che può stare accanto a noi nel banco, che ci fa notare che nel libro dei mestieri quello dello scrittore non c’è. Grazie Paolo per essere venuto a farci visita!
La mucca volante, Bompiani, disegni dell’autore

Grazia Gotti