La kampina di Misha

Alla radio ascolto Goran Bregovic, straordinario musicista, padre croato, madre serba: parla del suo ultimo progetto che diventerà cd in autunno, Champagne for gypsies, un cd in cui si alternano le musiche di grandi artisti gitani. Bregovic invita a superare la diffidenza e a guardare al popolo Rom come occasione di scoperta, ricordandoci che la musica aiuta. Parla di Rom anche Vanna Cercenà in Camping Blu, il libro in catalogo per Einaudi Ragazzi. Un romanzo breve, costruito sul racconto di una vacanza, un’estate in un piccolo camping ubicato sulle colline toscane, protagonista una dodicenne che risponde al nome di Blu. Quaranta piazzette dedicate alla sosta, una destinata alla roulotte di una famiglia Rom; arrivano ogni anno: aiutano in cucina, a fare le pulizie, a mantenere in ordine il camping.
Ma sono “zingari” e se c’è un furto sono i primi ad essere guardati con astio, se viene rapinata una villa in zona i sospetti cadono su di loro o sui rumeni. Vanna Cercenà sottolinea volutamente l’atteggiamento prevenuto di molti nei confronti dei Rom e, nell’avventura colorata di giallo messa in pagina, suggerisce ai giovani lettori strade civili di convivenza, strade sulle quali il rispetto è dovuto a tutti.
Anche agli zingari.
”Noi zingari viviamo sulle colline sotto gli alberi e sui boschi che danno sul mare e sui monti;
siamo zingari come gli uccelli e i pulcini tutti zingari quando ci partorì nostra madre.”
Silvana Sola