La biblioteca segreta: perdersi e ritrovarsi con i libri e nei libri

Perché leggere? Perché nei libri si trova il mondo, quello conosciuto raccontato dalla geografia e quello fantastico, capace di aprire le porte di universi nuovi e sconosciuti.
Perché leggere? Perché nei libri si ritrovano fratelli e sorelle mai avuti, amici desiderati e immediatamente riconosciuti sulla carta, affascinati sconosciuti, eroi e antieroi, paesaggi famigliari e spazi di un immaginario senza confini definiti.
Amy, la protagonista del bel romanzo Book Jumpers, in catalogo per l’editore Giunti, scopre, appena giunta sull’isola scozzese che ha dato i natali a sua madre, che il leggere è generatore di vita e di morte.
Con i libri della Biblioteca Segreta si sentirà partecipe delle storie racchiuse nelle pagine con una fisicità che la spaventa e, al contempo, l’affascina: fuori dal tempo reale, lontano dal bullismo della rete, in compagnia dei personaggi della letteratura.
Scritto dalla trentenne Mechthild Gläser, originale scrittrice tedesca che vive e lavora in quello che una volta era il distretto della Ruhr, il libro alterna riflessione e azione, immaginato e vissuto, in un abile gioco letterario in cui il dentro e il fuori si confondono per creare un’altra dimensione.

“Un giorno avei dovuto decidere dove trascorrere la mia vita: con Will nel fiabesco delle parole, in cui tutto e tutti devono seguire il volere di autori invisibili, oppure nel mondo reale, le cui storie sono ancora più emozionanti perché è la vita a scriverle…”.

Silvana Sola