E’ stata una settimana ricca di incontri, di intrecci, di scambi.
A Fano il corso di formazione Nei panni degli altri, un bel pomeriggio insieme a tanti insegnati a riflettere sulla lettura (tra loro anche un libraio, una bravissima bibliotecaria, dei lettori).
A Venezia il percorso tra calli e librerie con meravigliosi volontari per sostenere l’azione di IBBY Italia sul diritto di leggere tutto, e tutti.
Ieri, in libreria, la presentazione de La Voliera d’oro, il libro in catalogo per Topipittori. 
Anna Castagnoli e Carll Cneut generosi nel raccontarsi, Andrea De Franco, laureando ISIA, appassionato nel ricercare significati tra le pagine di un libro che non può mancare sugli scaffali perché è fiaba, è luogo dell’immaginario, è bellezza, è ritmo, è alchimia.
Nel pubblico giovani studenti che hanno l’arte, l’illustrazione, la grafica nel loro percorso educativo, silenziosi, attenti ascoltatori “con gli occhi grandi”.
E poi appassionati, appassionati del lavoro degli autori, frequentati dei loro corsi in altri luoghi e in altre geografie.
E lettori, lettori di figure, lettori di parole.
Per tutti coloro che hanno condiviso fisicamente e idealmente le iniziative, e per tutti coloro che riconoscono al libro e alla lettura un valore, un ruolo determinante nella vita, suggerisco il piccolo libro che riporta la Lectio Magistralis pronunciata Daniel Pennac durante il conferimento della laurea ad honorem dall’Università di Bologna, nella primavera del 2013, in occasione della Chidren’s Book Fair.
Una lezione d’ignoranza, Astoria editore, nella collana “assaggi”, racconta tra gli altri dei passeur.
“I passeur sono curiosi di tutto, leggono tutto, non si accaparrano niente e trasmettono il meglio al maggior numero di persone…”

Silvana Sola