… Io sono uno di loro. Qualche volta immagino d’essere un altro

Estate, tempo di mare!
Estate, tempo di spiaggia!
Ma, ammettiamolo, sono poche le persone che se la spassano rimanendo a crogiolare sotto il sole per ore ed ore e senza far niente.
Allora, se a portata di mano non ci sono libri, giochi o passatempi, ci si guarda attorno, si comincia ad osservare le persone, a immaginarsi storie popolate dalla signora con il due pezzi azzurro, dal bimbo che non sa ancora nuotare, dall’anziano che si fa coprire di sabbia per i reumatismi…
Ce lo racconta Géraldine Alibeu, nell’albo uscito nel giugno scorso, L’un d’entre eux.
Tra loro c’è una persona a cui scappa la pipì…
Tra loro c’è una persona che fa l’agente segreto e che ha ricominciato la sua vita qui, en toute discretion, lontano dal suo paese….
Tra loro c’è una persona che non si sente a suo agio e sta pensando al modo di filarsela…

La comunità che l’artista ha ritratto in questa spiaggia, è quella che potremmo ritrovare in qualsiasi luogo di mare che visitassimo in questi giorni, da Rimini a Saint-Tropez, dalle Canarie a Copacabana… famiglie, coppie, bambini e anziani, persone che lavorano o al contrario in pieno relax, altre ancora solo immaginate…
Géraldine, che per questo albo de La joie de lire ha anche scritto i testi, si è divertita, seduta su di un telo dalla trama blu e azzurra, a mettere in campo una serie di personaggi, a studiarli, a creare le proprie storie ma soprattutto a sollecitarne mille altre.
Il libro è costruito su 14 grandi doppie pagine, all’interno delle quali il testo è indipendente (un taglio orizzontale a piè di pagina permette di sfogliare le illustrazioni in maniera a se stante dalla parte scritta) e soprattutto ognuno delle 14 brevi affermazioni si può sovrapporre indifferentemente ad una qualsiasi delle 14 tavole, costruendo nuove relazioni e interpretazioni.

Géraldine Alibeu, che in italia la si può vedere solo nel catalogo Logos nell’albo illustrato Un gatto sull’albero, è tra le più conosciute illustratrici d’oltralpe. Le sue inusuali illustrazioni, un misto di olio e collage, si ritrovano nei cataloghi dei più rinomati editori francesi: Seuil, Didier jeunesse, Rue du monde, Sarbacane, Autrement jeunesse. Ha realizzato due film d’animazione e lavora spesso anche con ago e filo.
David Tolin