In India a piccoli passi

Mi ha colpito questo piccolo racconto illustrato da Laura Berni, vincitrice del concorso di illustrazione promosso da Sarmede. Ho sognato, frutto della collaborazione fra Kite edizioni e la Scuola Internazionale di Illustrazione di S. Zavrel, introduce ad un percorso di conoscenza della cultura indiana a cominciare dalle storie e dalle leggende, passando per la religione e la filosofia, fino a giungere ai personaggi storici. Piccoli accenni per fissare l’immagine di un sogno. “Ho sognato un giovane principe che, tenendo gli occhi chiusi sotto un grande albero, vede illuminata la sua vita”. Oppure “Ho sognato un maharaja che, per onorare la bellezza del cervo, non scaglia la sua freccia.” Per spiegare la non violenza (Ahimsa): “Ho sognato che non è necessario gridare per convincere qualcuno. Basta pronunciare parole di verità. Basta compiere gesti di verità. Ho sognato che la verità è più forte della violenza…” Se avessi avuto questo piccolo album quando insegnavo alla scuola elementare, durante l’ora di alternativa alla religione, avrei potuto raccontare otto storie indiane, mostrando le tavole di Laura con l’episcopio (strumento utilissimo per proiettare alle pareti immagini dai libri). Ai miei tempi quando dicevo Indiani, molti pensavano algi Indiani d’America, dei quali Hollywood e i fumetti avevano lasciato forti tracce, mentre l’antica cultura dell’India era sconosciuta ai più. Nella prossima vita, se mi sarà dato di scegliere, sarò di nuovo maestra, e non mi scorderò di questo prezioso albo.
Grazia Gotti