Benedetta Marietti, su Repubblica di ieri, dedica una recensione a Ildegarda e la ricetta della creatività, pubblicato da RueBallu. In epoca di classifiche dominate da personaggi di basso profilo, è una notizia assai confortante. Non ho ancora visto il libro scritto da Daniela Maniscalco e illustrato da Chiara Carrer, ma per quanto mi era piaciuto Bach, sono certa che Ildegarda non mi deluderà. Beata quella maestra che potrà  leggere a voce alta la storia di questa raffinata intellettuale e contemporaneamente mostrare le tavole di Chiara.
Per lo stupore e meraviglia dei bambini, e di conseguenza per la loro crescita intellettuale, la maestra, potrebbe offrire la raffigurazione di Ildegarda pescata nel Liber Divinorum Opera, codice miniato, custodito nella biblioteca statale di Lucca.  Da anni, sin dalla prima uscita della collana “Sirene” penso a Ildegarda. Troppo difficile, a chi può interessare? Le obiezioni erano tante, tutte nel segno della non fiducia nel giovane lettore. Sono pertanto grata alle edizioni siciliane di questo netto cambiamento di rotta. Gli americani, sempre considerati subalterni alla Vecchia Europa, hanno raccontato Ildegarda nel 2007, affidandosi alla grande Jeanette Winter, autrice – illustratrice di cui la nostra casa editrice ha pubblicato la storia di Nasreen.

Grazia Gotti