Il Nobel dei libri per ragazzi

Sono stati annunciati a Francoforte i nominati per l’Astrid Lindgren Memorial Award 2011. Ad un incontro pubblico molto partecipato, alla presenza Kitty Crowther, vincitrice nel 2010, sono stati resi noti i 175 fra autori, illustratori, story-teller e organizzazioni che promuovono la lettura che concorrono al prestigioso e ricco (500.000 euro) premio. Alla prossima Bologna Children’s Book Fair sarà annunciato il vincitore. Dall’Angola al Belgio, dalla Bosnia alla Cina, dalla Finlandia alla Costa D’Avorio, solo per citare alcuni dei 62 Paesi che hanno espresso i loro candidati, spunta, per l’Italia, solitario, il nome di Roberto Innocenti. Potremmo fare anche noi il gioco della grande stampa e cioè far circolare i nomi dei più probabili vincitori al fine di farli perdere, come è successo con Vargas Losa. Mi sono sempre chiesta come possano i giornalisti conoscere l’orientamento dei giurati. Oppure i blogger che seguono i libri per ragazzi (quanti siamo?) potrebbero, invece, designare i preferiti.
Con convinzione vorrei premiare una coppia danese, Dorte Karrebaek e Oscar K., di cui ammiro, fino alla commozione, i libri che via via producono. I loro temi sono forti, suscitano sbigottimento, compassione, partecipazione, lacrime e sorrisi. La prima immagine che mi colpì è questa copertina.
Grazia Gotti