Il futuro in giardino per Vera

Oggi nel parco della biblioteca di Albinea, a partire dalle 17, Equibri ricorderà Vera.
La manifestazione Libr’aria aprirà con un giorno di anticipo invitando a condividere un pomeriggio di lettura, di incontri, di scambi, di gioco, un pomeriggio in cui al centro sarà il Libro delle mie brame (dal titolo di uno dei primi lavori di Vera, datato 1986).
Non potrò essere ad Albinea, ma mi piace pensare di esserci per ricordare Vera, ricordo condiviso da tutto il gruppo Giannino Stoppani, attraverso un libro che è stato al centro di un importante percorso firmato da Equlibri.
Ho riletto in questi giorni Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett, straordinario esempio di letteratura capace di coniugare sentimenti, storie e storia, natura e culture.
L’ho riletto nella bella edizione Bur Ragazzi, nella traduzione impeccabile di Angela Restelli Fondelli.
E il saluto a Vera e agli amici di Equilibri è attraverso le figure, le figure da ricercare nelle diverse versioni del libro che hanno visto matite eccellenti accompagnare le parole della scrittrice inglese, diventata poi cittadina americana.

Tra tutti gli illustratori l’invito a guardare con attenzione il lavoro di Charles Robinson, eccellente facitore di figure che annoverava, in famiglia, un padre e due fratelli illustratori, un nonno incisore. Conosciuto al grande pubblico per la realizzazione, a soli venticinque anni, di oltre cento disegni per Il giardino di versi, il testo poetico di Robert Louis Stevenson.
Da ricercare in biblioteca o su ebay anche l’edizione Fabbri, 2004, che ci riporta il lavoro di Vanna Vinci, fumettista e illustratrice di raro talento, che ci offre una versione di Mary Lennox quasi dolce, già intrisa di quei sentimenti che le sono lontani all’inizio della storia che la vede protagonista.
Buona giornata nel Giardino-parco di Albinea, perché “quando avete un giardino, avete un futuro”.
Silvana Sola