IBBY INTERNATIONAL

I nostri affezionati lettori sanno che da tempo a Bologna è stata rifondata la sezione di Ibby Italia.
Oggi abbiamo ricevuto due numeri di Bookbird, la rivista che ogni appassionato di libri per ragazzi dovrebbe conoscere. La rivista fa capo alla John Hopkins University Press ed è punto di riferimento di tanti studiosi, divulgatori, promotori della lettura, operanti in tanti Paesi.
Un numero speciale è dedicato ai nominati del premio Hans Christian Andersen e con  un certo orgoglio (nazionalista?) mi soffermo sulla scheda dedicata a Bianca Pitzorno, redatta da persona che non conosco, immaginando che lettori come me, in luoghi diversi del pianeta, potranno conoscere la sua storia, come io potrò conoscere quella del candidato cinese. Ci piace molto questa vicinanza, e tutto per opera di persone appassionate. Nel secondo numero trovo piacevolissime sorprese, temi condivisi,  libri conosciuti, e tanti nuovi da scoprire sul tema al quale abbiamo dedicato il lavoro sulla omosessualità con la mostra e catalogo Famiglie. Il numero è ricco di articoli che prendono in esame il tema attraverso i libri memorabili che hanno cominciato, a partire dagli anni Settanta, a fare un po’ di luce. Molto documentato e bello l’articolo dedicato a Pija Lindenbaum dal titolo “Celebrating the Margins: Families and Gender in the Work of the Swedish Picturebook Artist Pija Lindenbaum“. Molto utile anche la parte dedicata alla saggistica. Il volume The Child Reader 1700-1840, Cambridge University Press, 2011, è sicuramente da prendere in considerazione per la biblioteca dell’Accademia Drosselmeier. Ecco in quarta di copertina il manifesto di Gabriel Pacheco per il  congresso mondiale che si svolgerà a Città del Messico a settembre.
Il titolo del congresso suona dolce alle mie orecchie: Que todos signifique todos. Io non ci sarò, ma saranno là per Ibby Italia due presenze per me importanti: Deborah Soria e Marcella Terrusi.
So che ci rappresenteranno al meglio, per competenza e passione. Join Ibby! C’è un gran bisogno dell’intelligenza e della passione di tutti, que todos signifique todos.

Grazia Gotti