Untitled Post

I pirati e le bambine

“ C’è un paese molto piccolo che sembra incollato sulla collina. E la collina scende giù dritta verso il mare. Dove finisce la collina c’è la spiaggia , e poi là in mezzo al mare, c’è un’isola minuscola. Sull’isola c’è il vecchio faro.” Giulia, la protagonista del bellissimo racconto, Giulia e il pirata, di Guido Quarzo, illustrato da Giulia Orecchia, per la collana “I Velieri” di Motta Junior, trascorre qui le vacanze pasquali, nella casa della nonna, una bella casa con le persiane verdi e un giardino. “ Nel giardino abitano un fico, un albicocco e un gelsomino. Il fico fa i fichi, l’albicocco fa le albicocche e il gelsomino fa tanti fiori bianchi, piccoli e profumati.”
Si zappetta, si fa il pesto, si raccolgono vetrini colorati levigati dal mare e si ripongono in una scatola, come le gioie della nonna, un favoloso tesoro, si va a fare la spesa, il pesce dal pescatore e le altre cose da Rino, l’unico negozio del paese dove si trova un pesto “originale” solo per i turisti.
Poi c’è l’isola ad accendere la fantasia di Giulia, e con l’isola, il Pirata, icona del nostro Immaginario.
Guido, ce ne ricorda tre,  un film e due romanzi Il Corsaro dell’isola verde, L’isola del tesoro, Il Corsaro Nero, e ci ricorda che a una bambina che ancora non è in grado di leggere da sola, si può raccontare. E le nonne raccontano…

John Burningham, Come away from the water, Shirley,
Red Fox

Non so se Guido conosca Shirley, la bambina di John Burningham, quella portata in spiaggia da genitori noiosi, gliene parlerò alla prima occasione.
Grazia Gotti

Oggi finisce la rassegna di libri, ci riposiamo un po’, ma non smettiamo di leggere. Buon Ferragosto a tutti.