I grandi disegnatori

 Tornano due grandi protagonisti del segno e del disegno, William Heath Robinson e Winsor McCay. E’ un ritorno salutare che ci permette di arricchire il nostro sguardo, di misurare la potenza delle mani che inventano, che danno forme e colori alle immagini. Immediatamente vien da pensare a quanto lavoro umano, quanto estro creativo, quanta applicazione, quale capacità di lavoro c’erano prima! Sono ammirata dalla qualità e dalla quantità, e dai temi.

Ad esempio scoprire che Winsor McCay  prima di Little Nemo aveva narrato di una bambina sempre affamata, Hungry Henrietta, proprio mentre mi accingo a lavorare su Infanzia e cibo, mi dà una gran carica. Anche Little Sammy Sneeze, altro personaggio bambino di McCoy mi incuriosisce e penso che studiare la storia del fumetto e dell’illustrazione sarebbe molto utile in tempi così magri di storie e di personaggi. Perché da noi non hanno successo i fumetti per bambini?. Zerocalcare sì, ma Ariol o Zita no? Puzzling Question…che sottoporrei agli studiosi del fumetto. 

Grazia Gotti