I doni scambiati

Oggi tutta la stima e l’ammirazione per una illustratrice: Pia Valentinis.
Ieri pomeriggio risfogliavo I doni scambiati, pubblicato nel 2004, per leggerlo ai piccoli degenti dell’Ospedale Rizzoli; l’Africa di Pia è riverberata ai miei occhi attraverso i suoi segni e, soprattutto, per una regia coloristica di grandissima efficacia. Il libro stava con grandezza fra i libri più belli dedicati all’Africa selezionati per il progetto ABC (Africa Books Children) che ci vede impegnate a dialogare con quanti, editori e illustratori, hanno a cuore questo tema.
Sapevo anche del nuovo albo illustrato da Pia Valentinis con testo di Angela Nanetti, pubblicato da Motta Junior e di ritorno da San Michele in Bosco, luogo magico dove si stabilirono gli Olivetani, ora sede del nostro famoso Ospedale Rizzoli, sono andata in libreria per vederlo.
Forse l’aggettivo “magico” è troppo forte, forse anche semplice e banale, usurato nel linguaggio comune e reso compagno di ogni accadimento. Ma non capita tutti i gironi di passeggiare fra piante e fiori e di sentire le presenze dei nostri predecessori, quelli che hanno costruito con intelligenza, che hanno donato i loro denari per costruire ospedali, che hanno preservato la natura e che si sono dedicati alla scrittura, all’arte. Nel giardino che ho attraversato ha giocato, pensato, camminato la piccola Vittoria Guerrini, meglio conosciuta come Cristina Campo. Ho ripercoso quei sentieri insieme a Pia, in compagnia della sua arte. In libreria i colori del nuovo lavoro mi sono parsi ancor più accesi, illuminati da una luce speciale.
Grazia Gotti