Fatali incontri: illustrazione e progetto grafico

Tre libri hanno accompagnato il mio weekend: un bellissimo catalogo Electa dedicato a Franco Balan, Il mezzo secolo di Franco Balan, peintre et graphist, Libri! di Murray McCain e John Alcorn oggi in catalogo per merito di Topipittori e Sotto le copertine, la pubblicazione di Tapirulan  per la mostra dedicata a Guido Scarabottolo, oggi ospitata al Museo Civico Archeologico di Fiesole, in calendario fino al 6 gennaio prossimo.

Volevo trovare suggestioni per costruire un percorso visivo da affiancare ad alcuni interventi  in programma all’ISIA di Urbino, in occasione del Premio Nazionale delle Arti, edizione 2012, per il Design della Comunicazione.
In modo particolare cercavo testi (ma anche pretesti) che raccontassero e mostrassero i “fatali incontri” tra illustrazione e progetto grafico.

E li ho trovati: nella ricostruzione dei cinquant’anni del lavoro di Franco Balan, designer, progettista grafico, pittore, illustratore che da Aosta ci offre “un modo incisivo di raccontare eventi di una realtà sociale e culturale non solo della (sua) Valle, con un comune denominatore tra arte e grafica”. Li ho trovati nella prefazione al libro/catalogo dove Giovanni Anceschi cita la relazione con i figurinai di antica memoria, quelli mirabilmente descritti da Antonio Faeti in Guardare le figure.
Li ho trovati nella raffinata ironia di John Alcorn (ricordo solo due suoi grandi interventi “nazionali”: il marchio Bur e la grafica per gl’Istrici Salani) per il piccolo libro che tutti dovrebbero mettere tra i regali di Natale. Pubblicato per la prima volta nel 1966 da Simon and Schuster Libri! racconta dei libri di carta, di come sono fatti, di cosa racchiudono, del perché esistono e dell’importanza che hanno avuto ieri e che hanno oggi.
I testi e pretesti che animano il lavoro di Guido Scarabottolo li possiamo seguire con periodicità sull’inserto domenicale de Il Sole 24 ore, mettendo, una dietro l’altra le copertine Guanda (oggetto della mostra citata e titolo di una parte del suo intervento che terrà in ISIA per gli studenti della Specialistica di Illustrazione) oppure guardando al catalogo Topipittori e alla giovane casa editrice Vànvere
Sulla scia dei segni e dei disegni di questi grandi interpreti del progetto grafico, i fatali incontri prendono vita e si materializzano, ogni volta in forma diversa.
Silvana Sola