Questo è un vero e proprio appello! Un appello a tutti gli editori!
Esiste ormai da 3 anni, in Francia, edito da Gallimard-Giboulées, la costola più creativa della storica casa editrice, un personaggio bambino maschio (e basta con principesse e ballerine!) che diverte e si diverte. Si chiama Émile, ed è assurdo che non sia già stato notato da un editore italiano, che voglia ampliare il ristretto scaffale di character bambini nella produzione italiana.

Émile è il protagonista di dieci storie, in scena c’è sempre e solo lui… l’unica presenza adulta (giunta solo all’ottavo titolo), a parte la voce off della mamma, è un’anziana amica, “anziana” nel vero senso della parola, che il piccolo ha conosciuto al parco in un pomeriggio, tutto all’insegna del desiderio di stare un po’ da solo, di leggere, di evitare, anche se spinto di forza, il parco, il calcio o la sabbiera piena di coetanei.
Émile è un bimbo un po’ diverso dagli altri.
Un po’ più testardo… “é così, punto e basta!” (in originale “c’est comme ça et pas autrement!), una frase che ha imparato dai genitori.
Un po’ alternativo, a Émile piacciono i pippistrelli, vuole farsi ingessare un braccio (senza passare dalle ragioni dell’ingessatura!), a Carnevale non ama travestirsi da pirata, principe o Spiderman…
Émile sfida spesso le leggi fisiche, del caldo e del freddo, della gravità e dell’invisibilità (il titolo Émile est invisible nel 2013 ha vinto il Prix Sorcières, nella categoria Albums)…

Sa difendersi adeguatamente dagli incubi più terribili e a volte la mattina ha difficoltà a svegliarsi!
Il personaggio di Émile è nato dalla penna del francese Vincent Cuvellier, autore di molti romanzi, soprattutto Rouergue (in Italia editi da Biancoenero) e di moltissimi albi illustrati (in Italia unico tradotto è pubblicato da Sinnos: La prima volta che sono nata).
La parte figurativa è invece stata affidata a Ronan Badel, un illustratore e fumettista, eclettico nei generi a cui da vita: testi umoristici, storici o più divulgativi. Suoi, in Italia, sono il bel silent-book di Terre di Mezzo, Il bradipo dormiglione e il recentissimo albo Il ladro di Monna Lisa, di Jaca Book.
Il duo bretone ha creato con Émile un personaggio assolutamente da conoscere, per la sua verve, il suo caratterino, la sua vitalità! É così, punto e basta! E non contradditelo mai.
David Tolin

PS
L’autore di Émile sarà a Bologna, in occasione delle giornate dedicate alla letteratura francese, per incontrare i suoi lettori, e per una lezione rivolta a traduttori e appassionati di letteratura, riguardante la scrittura di albi illustrati. Qui il programma di Nove giorni in una soffitta e dell’atelier di traduzione.