Due flaneur per le strade di Parigi

Delizioso il piccolo libro pubblicato Da Il Castoro, opera che vede insieme il grande Mo Willems, autore e illustratore, e Tony DiTerlizzi, l’illustratore che i giocatori di Magic conoscono bene. 
Entrambi americani, entrambi curiosi di visitare Parigi, hanno poi lavorato insieme per questa storia ambientata nella ville lumière che vede protagonisti una cagnetta e un gatto flaneur. 
Diva, la cagnetta, vive in compagnia della custode di un palazzo signorile, mentre Pulce è senza dimora. Tutto il racconto è narrato dal punto di vista basso dei due protagonisti, mentre degli umani vediamo sempre i piedi. Solo quando un personaggio si abbassa per accarezzare Diva, il lettore scopre un uomo dall’aria giovanile, con la barba e il capello un po’ lungo, e immagina che sia l’autore. Infatti da controllo immediato, il personaggio è l’autore. 
Allora il racconto dentro il racconto svela anche la storia che tanti hanno raccontato: quella del flaneur di Baudelaire, figura che anticipa quella del turista, del passeggiatore nelle metropoli. E per un americano, anzi per due, Parigi è quella città dove oltre ad osservare una torre che sembra bucare le nuvole, leggi un libro seduto al caffè, o schizzi un disegno per la tua prossima storia, proprio come si vede in ultima pagina. Così deve essere nata La storia di Diva e Pulce, una storia di amicizia, molto ben raccontata e illustrata.

Grazia Gotti