Due classici hanno traslocato

Dr. Seuss, fino ad oggi pubblicato in casa Giunti, ha fatto il suo esordio in Mondadori.
Vorrà dire che anche da noi appariranno tutte le sue opere? Ne saremmo davvero felici. Oh, quante cose vedrai!, pubblicato nel 1990, è l’ultimo dei sessanta libri pubblicati dall’autore e ha il sapore di un commiato, di un testamento, di un memo per chi ancora deve attraversare tanti incroci per arrivare da qualche parte.
“Muoviti con attenzione e grande tatto/ e ricorda che la Vita/ é un grande Atto di Equilibrio./ Sii sempre abile e di lunga vista,/ e mai confondere destra e sinistra”.
Mi pare un invito utile per ogni tempo e per ogni età.

Anche un famosissimo personaggio ha traslocato: da Mondadori ora abita in Rizzoli.
Frutto della fusione? Il racconto di William Steig, ispiratore del divertentissimo film, era molto semplice, metteva in scena un essere molto brutto, figlio di genitori brutti, che quando ancora gattonava spargeva fiammate a novantanove metri, sbuffando fumo puzzolente dalle orecchie. Anche questa storia è molto semplice, Shrek deve attraversare il bosco per cercare la sua brutta da amare per vivere per sempre mostruosi e contenti. Ha un asino per compagno e un cavaliere armato da battere.
Due grandi libri per i piccoli, da conservare per i figli, per i nipoti e i pronipoti.

Grazia Gotti