Dov’é la Grossa Città?

Mi piace farmi dare consigli di lettura. Mi piace immaginare quali sono le ragioni che hanno portato “il consigliatore” a suggerirmi proprio quel libro.
Approdo a Sei bambini d’appartamento, perché Paola ha speso begli aggettivi per il libro di Arianna Giorgia Bonazzi, in catalogo per Rizzoli.
“Il cantiere delle parole” è una collana che raccoglie penne molto diverse, unite da una profonda attenzione verso l’infanzia, autori da leggere accuratamente. E di presenze infantili è pieno il romanzo di Arianna Giorgia Bonazzi: sono i bambini che abitano il Condominio dei Sorrisi Cariati, i bambini arrivati nella Grossa Città da molto lontano o da più vicino. Sono i bambini che guardano stupiti i grandi che si lamentano di loro, che parlano di loro, senza riuscire a vederli davvero.
E per attestare la loro presenza, forte, partecipata, attenta, i ragazzini propongono uno scambio famigliare: Mido, Tian Mi Mi, Magdalina, Manolo, Saba e Ugo da oggi hanno nuovi genitori, genitori provvisori con i quali sperimentare, per poco, un nuovo modo di vivere.
La convivenza intreccerà vissuti, abitudini, cucine e l’edificio di Via Baldanza 40, dimostrerà che i cambiamenti sono possibili, che, in questo caso, la novità è motore di infinite scoperte, alcune piccole e silenziose, altre roboanti e meravigliose.
Nel dopo nessuno sarà come prima…
Silvana Sola