Dalla parte dei bambini

Da quest’anno, l’ALIR da vita ad un’iniziativa, che vede libraie e librai impegnati in un progetto condiviso a promuovere incontri, letture e laboratori a partire dalla storia delle donne.
Nel giorno che ricorda un fatto luttuoso e che rievoca il lungo cammino per la conquista dei diritti, le librerie vogliono celebrare l’intelligenza femminile, la creatività, il pensiero, l’azione di tante donne del passato alle quali la collana “Le Sirene” – promossa dalla casa editrice EL – ha dato voce. Una collana che aveva mobilitato scrittrici quali Beatrice Masini, Sabina Colloredo, Angela Nanetti, Daniela Palumbo, Vanna Cercenà, solo per citarne alcune, affiancate da illustratrici come Vanna Vinci, Gabriella Giandelli, Octavia Monaco, Grazia Nidasio, le più belle matite del panorama italiano. Erano ritornate vive figure dimenticate come Cristina Belgioso, figure della modernità culturale come Margaret Mead e Maria Montessori, brillanti ereditiere come Peggy Guggenheim, accanto ad artiste del passato come Artemisia Gentileschi, fino a donne della classica cultura greca, e ancor più lontane, quelle della Bibbia.
Il percorso comincia dal recupero di titoli fuori catalogo, a sottolineare il valore della conservazione e della valorizzazione della ricerca, dello studio e della scrittura.
Alla libreria per ragazzi Giannino Stoppani, oggi, Francesca Romano Grasso, pedagogista, conoscitrice appassionata della letteratura per ragazzi, racconterà Maria Montessori, farà incontrare la vita e il diritto dell’infanzia, la laurea in medicina e i progetti educativi rivoluzionari.
Lo farà partendo dal libro Dalla parte dei bambini, scritto da Daniela Palumbo e illustrato da Vanna Vinci, pubblicato da El nel 2004, nella bella collana “Sirene”.
” Ecco, la mia storia la fermo qui. Con il rogo dei miei libri, a cui seguì la rinascita delle mie scuole dopo la catastrofe della Seconda guerra mondiale. E’ accaduto soprattutto grazie all’entusiasmo di Mario, che mi ha sempre dato la forza di credere all’opera educativa che ho compiuto negli anni. Mario mi ha fatto continue iniezioni di speranza, mentre assistevo con tristezza alo spettacolo di un’umanità che aggrediva il proprio futuro, e il prossimo, con conflitti e sopraffazioni di ogni genere…”
Domenica 8 marzo alle 16.30, la libreria ospiterà invece Le sirene nel cassetto: tante figure femminili da raccontare, un incontro a cura di Accademia Drosselmeier e Giannino Stoppani Cooperativa Culturale/Libreria per ragazzi, con interventi di Grazia Gotti, Federica Iacobelli e Silvana Sola



La Redazione