Cosa vuoi fare da grande?

L’articolo 1 e l’articolo 4 della Costituzione della Repubblica Italiana dichiarano l’importanza del lavoro e parlano di diritti e doveri.
Il lavoro è un diritto, svolgerlo con coscienza è un dovere.
Al Lavoro! Il libro scritto da Anselmo Roveda per la casa editrice Coccole e Caccole parte da una domanda: cosa vuoi fare da grande?
Una domanda che migliaia di ragazzini si sentono fare tutti i giorni e alla quale non sempre è facile rispondere.
Ricordo che, in terza media, la nostra professoressa di italiano ci assegnò un compito titolato: Come sarai tra vent’anni? Lavoro, prospettive, sogni.
E noi immaginammo futuri in cui trovare il lavoro giusto sarebbe stato facile, immaginammo una società solidale, mettemmo sulle pagine i nostri desideri e le nostre ottimistiche aspettative.
I ragazzi di oggi forse avrebbero difficoltà a riconoscersi nelle nostre rosee visioni. Ogni giorno i media parlano di giovani disoccupati e sotto-occupati, di speranze deluse, di sogni messi, almeno momentaneamente, nel cassetto.
Al lavoro! Viaggia tra presente e passato, immaginando un possibile futuro. Lo fa con le parole e con figure capaci di riportarci gli anni dell’emigrazione, quelli delle conquiste sociali, dei diritti, delle lotte per la parità di salario, per l’abolizione del lavoro minorile.
Le illustrazioni di Sara Ninfali, giovane neo laureata all’ISIA di Urbino, guardano all’arte, alla fotografia, al cinema: sono perfette citazioni rivisitate attraverso un segno personale, morbido ed evocativo, capace di raccontare il tempo storico, creare uno spazio di riflessione, accompagnare il bambino protagonista verso un’idea di lavoro che mette insieme, piacere e competenza.
Il libro è parte di una collana curata da Sandro Natalini, collana di opere prime, che ha il compito di promuovere e rendere visibile il lavoro di giovani illustratori.
Silvana Sola