Con ago e filo

L’ago e il filo sono una fra le novità dell’illustrazione che ho riscontrato nella produzione dell’anno appena finito. Anche il BolognaRagazzi Award con la menzione a No Des Puntada Sin Hilo ha sottolineato il ritorno di questa tecnica.
Oltre ai giurati del premio,  le amiche di Giboulées, la costola creativa di Gallimard, hanno reso onore all’arte del ricamo pubblicando il bellissimo lavoro di Annalisa Bollini, selezionata anche alla Mostra illustratori. Ho preparato uno scaffale di fabric illustration per rendere omaggio alle mani magiche di tante autrici provenienti da paesi diversi. 
Spero di poter allestire una speciale sezione della libreria internazionale, per il piacere di quanti apprezzano questa tecnica. Io l’ho provata da bambina e mi dette una certa soddisfazione. 
Ecco la tovaglietta per il thè di me bambina sul finire degli anni Cinquanta del secolo scorso. 
Non sapendo disegnare posso reimparare a ricamare. In età di pensione posso dividermi fra la lettura e il ricamo, due cose molto femminili.

Grazia Gotti